Polo Nautico di San Giuliano

«Punta San Giuliano merita un progetto che potenzi e rilanci le attività sportive legate all’acqua, ma che al tempo stesso possa portare a una razionalizzazione e un miglioramento delle strutture». È questo l’auspicio del vicepresidente del Polo Nautico, Silvia Maguolo, ma che incrocia perfettamente le volontà del sindaco Luigi Brugnaro, che venerdì ha visitato le sedi delle cinque associazioni presenti: Canottieri Mestre, Voga Veneta Mestre, Circolo Vela Mestre, Circolo Velico Casanova e Canoa Club Mestre.

In tutto duemila gli associati, per un totale di almeno 10 mila fruitori annui delle attività sportive proposte. «La visita del sindaco era preannunciata, ma fa seguito a incontri che abbiamo già avuto in passato», spiega Silvia Maguolo. «Brugnaro conosceva già la nostra realtà, la apprezza da tempo, ed è stato il primo a riconoscere la necessità di mettere mano all’esistente per migliorarlo. Le cinque associazioni del Polo nautico di San Giuliano collaborano tra loro da 43 anni e vogliono continuare a dare il loro contributo alla città. Un grande impegno anche economico, quello che ci ha caratterizzato finora, ma serve una convenzione pluriennale che ci metta al sicuro e nelle condizioni di poter investire assieme al Comune».
Il sindaco ha parlato di sistemazione della banchina in modo che la cittadinanza possa fruirne senza problemi e senza intralciare le attività delle associazioni, ma anche di mettere mano al continuo interramento del canale navigabile antistante. Poi sistemare parcheggio, bagni, spogliatoi e servizi. «Siamo disponibili alla compartecipazione delle spese, ma servono ovviamente garanzie alla permanenza futura», conclude Silvia Maguolo. «Un accordo in questo senso sarebbe ottimale per tutti, e mi sembra che con il sindaco Brugnaro ci sia unità di intenti in questa direzione». (s.b.)
(da La Nuova Venezia)
Previous reading
IX TROFEO “PORTO DI VENEZIA” – CAMPIONATO ZONALE JUNIORES & MEETING ZONALE CADETTI
Next reading
Veleggiata in laguna …